A+ | A- | Reset
  • Italiano
  • English
01.jpg
Il Confetto di Pistoia PDF Stampa E-mail

Il confetto “a riccio” di Pistoia, dalla tipica forma bitorzoluta, si ottiene con antichi sistemi di lavorazione: l’anima del confetto rotola insieme ad acqua e zucchero in una grossa caldaia di rame ruotante, detta “bassina”, per oltre 8 ore. Il confetto, poi, viene lasciato raffreddare naturalmente sulla tela. L’anima rivestita dallo zucchero, in origine esclusivamente anice, può essere oggi costituita da vari ingredienti: mandorle, nocciole, arancio candito, coriandolo, cioccolato.

www.brunocorsini.com