A+ | A- | Reset
  • Italiano
  • English
01.gif
Il culto di San Iacopo - Gli Itinerari PDF Stampa E-mail
Indice articolo
Gli Itinerari
La storia
La reliquia
Altare argenteo

I segni del culto nella città di Pistoia

Le testimonianze del pellegrinaggio e del culto di S.Iacopo caratterizzano i più importanti monumenti della città a cominciare dalla splendida cornice di edifici di piazza del Duomo dove , il 25 luglio,  secondo una tradizione plurisecolare,  è ancora tenuta la festa annuale del Santo patrono con la cerimonia della vestizione dell’apostolo, la sfilata storica e  la giostra dell’orso.

Cattedrale di S. Zeno
Nella navata destra, presso la cappella "del Giudizio", è custodito l’altare argenteo di San Jacopo, altare.jpguno dei massimi capolavori dell'oreficeria gotica italiana ed europea, opera di vari artisti dal 1287 al 1456. Sulla parete destra della cappella un dipinto  murale mostra S.Atto che accoglie solennemente gli inviati Mediovillano e Tebaldo che gli recano la reliquia iacopea da Compostela.
Nella Tribuna, entro una nicchia, si trova una statua di S. Jacopo, in argilla cruda dipinta in argento con filettature d'oro, opera di artista di scuola romana dei primi del sec.VII,

Antico Palazzo dei Vescovi – Museo Capitolare
Vi si trova l’originaria sagrestia del Tesoro di S. Jacopo (sec. XII), con reliquiario di S. Jacopo (1407) attribuito a Lorenzo Ghiberti e contenente la reliquia iacopea. Del  Tesoro di S.Jacopo sono custoditi pregevoli pezzi gotici e rinascimentali.

Palazzo Comunale
Nella parete sud del  Cortile è presente una scultura in pietra di S.Jacopo, manifattura pistoiese dei primi decenni del sec. XV. Nelle Sale affrescate al piano terreno si trova un affresco votivo di S.Jacopo opera di ignoto pittore pistoiese (1438), con affreschi della Madonna e di S. Zeno. Al primo piano, nel Museo Civico, si può ammirare, oltre a  numerosi dipinti con iconografia iacopea, un rilievo marmoreo con la Missione di S.Iacopo, proveniente dal distrutto portale di un'antica chiesa S.Jacopo in Castellare dedicata a san Jacopo attualmente non visitabile.

Ex Convento del Tau
Lo stemma di Pistoia e i "nicchi" (conchiglie) di S.Jacopo della seconda metà del sec. si possono osservare nella rosta di portale in stile gotico scolpita e lavorata a traforo.

Spedale del Ceppo
Nel Loggiato, tra le formelle delle Opere di Misericordia in terracotta invetriata di Giovanni della Robbia e Santi Buglioli, vi è quella relativa all’ “Accoglienza dei pellegrini”.

Chiesa di S. Andrea
Da porta S.Andrea il pellegrino, visitati i luoghi iacopei pistoiesi, usciva dalla città per riprendere la francigena verso Roma o verso la Francia. Nella facciata della chiesa, del 1166, l'architrave è istoriata con la Cavalcata dei re Magi i primi pellegrini della cristianità.1.4- La "via Francigena" e gli itinerari pistoiesi.