A+ | A- | Reset
  • Italiano
  • English
01.jpg
Conosci la città  PDF Stampa E-mail



Questa piccola ‘città ideale’ del termalismo fu espressamente voluta nel Settecento da Pietro Leopoldo di Lorena e realizzata come una vera e propria città di bagni sul modello europeo. Nell’Ottocento divenne una delle più importanti stazioni termali europee. All’inizio del Novecento la sua fama fu consalaportoghesi.jpgtale da attirare principi e regnanti, artisti e letterati. Sono gli anni del Liberty che hanno lasciato numerosi “segni” nel tessuto urbano della cittadina termale. Lungo il viale Verdi si susseguono i principali edifici che caratterizzano la Montecatini dell’età del Liberty. Partendo dalla centrale Piazza del Popolo, si incontra sulla destra l’edificio della Locanda Maggiore ed i portici del Gambrinus, con negozi e gallerie d’arte e nell’adiacente Piazza D’Azeglio, il Teatro Politeama, oggi Cinema Teatro Imperiale. Poco oltre, di fronte alla settecentesca Palazzina Regia, sorge il palazzo del Municipio. All’angolo con il Viale Manzoni si trova il Cinema Excelsior con l’interessante soluzione della facciata curvilinea porticata. con-funicolare.jpgSul lato opposto del viale Verdi, è ancora ben riconoscibile nella sua caratteristica struttura architettonica il Padiglione delle Terme Tamerici. Continuando a risalire il viale troviamo l’edificio delle Terme Excelsior e a pochi passi le settecentesche Terme Leopoldine. In fondo al viale ci troviamo di fronte all’imponente facciata dello Stabilimento Tettuccio, il tempio termale della città. Attraversato il parco si raggiunge sul viale Diaz la Funicolare che conduce al Castello di Montecatini Alto. I numerosi edifici in stile liberty insieme ai grandi parchi ed i viali alberati fanno di Montecatini un’elegante stazione di soggiorno - non solo termale - di grande interesse.